CHI-Agnese Gallo

27 anni, e sette città vissute negli ultimi sette anni, senza mai rinunciare ad un tocco di orgogliosa milanesità.

Da Porta Romana a Porta Romana, passando per Rocinha, favela di Rio de Janeiro, l’Erasmus a Santiago de Compostela, la laurea specialistica e una collaborazione con l’assessorato alla Cultura del comune di Venezia, l’Istituto di Cultura a Buenos Aires e esperienze a Londra e Bruxelles.

Una serie di avventure- non ancora concluse- che ha fatto emergere forte la necessità di colmare il gap tra il mondo dell’arte e i fruitori ultimi, che le piace pensare siano in primis i più giovani.

Questo desiderio, assieme alla volontà di assimilare sempre più la cultura al mondo del sociale attraverso un dialogo costruttivo e concreto con i vari livelli istituzionali, è stata la molla che le ha fatto venire l’idea di imbarcarsi in questa nuova avventura.